Foto notizia Per non sprecare cibo i ragazzi consigliano

Eravamo in dubbio se pubblicare questo post, abbiamo però ritenuto che anche in questa fase molto difficile dobbiamo saper cogliere i segni positivi !

Esempi di come i ragazzi stanno coinvolgendosi nella Campagna ” No allo Spreco”
L’analisi dei dati provenienti da più paesi in Europa e da molte scuole in Italia, porta in evidenza come la buona educazione alimentare e la capillarità di una campagna di sensibilizzazione nelle scuole siano alla base di una modifica delle pratiche alimentari delle famiglie e di una conseguente riduzione degli sprechi alimentari.
Nonostante l’emergenza sanitaria in atto ci abbia costretto ad interrompere momentaneamente il lavoro intrapreso con e nelle scuole della provincia di Savona, si iniziano a raccogliere primi importanti risultati.
Ad esempio alcune testimonianze ci fanno capire quanto i ragazzi sono interessati e partecipi al progetto.
Racconta il proprietario di un supermercato della Valbormida:” La prima volta che un ragazzino mi ha chiesto come veniva gestito l’abbattimento dello spreco sui prodotti freschi invenduti a fine giornata mi ha colto quasi impreparato “Partecipiamo alla campagna Non sprechiamo aggiungiamo un pasto a tavola in collaborazione con Anteas” continua “ma ora anch’io ci presto più attenzione” insieme si può davvero fare tantissimo, non è solo un discorso legato alla crisi economica o a quella sanitaria, è una questione di mentalità!”
-Di mentalità parla anche una mamma: ” Mio figlio mi tiene il conto di cosa devo acquistare, mi scrive la lista della spesa e me la fa rispettare!!…Mi sgrida se esagero negli acquisti…Mi corregge se metto in disordine la spesa in frigorifero e mi ricorda gli alimenti in scadenza! Collabora con me, mi piace questa sua nuova mentalità!”
– Interviene una nonna sorridente: ” In questo periodo di vacanza forzata la mia nipotina mi ha chiesto se può aiutarmi a cucinare…a scuola le hanno detto che aiuta a migliorare il rapporto con il cibo, a ridargli il giusto valore e così si spreca meno…per me è una gioia e un modo utile e divertente per passare queste giornate!”.
– Aggiunge un nonno da poco in pensione: ” Ho preso un piccolo orto, una passione che non ho mai avuto il tempo di coltivare, l’idea è stata dei miei nipotini, ne hanno parlato a scuola e mi hanno passato il loro entusiasmo…Non vediamo l’ora di seminare e veder crescere le nostre verdurine… quel cibo sarà più buono anche perché coltivato con una marcia in più, l’amore tra nonni e nipoti
Un grande impegno quindi ” Studenti, insegnanti, educatori e famiglie: una intera comunità unita in uno sforzo di coscienza: riconoscere l’importanza vitale di insegnare ai bimbi che ruolo hanno e possono avere in questo nostro sistema per ridurre lo spreco alimentare
Buon futuro No spreco a tutti: Spreco meno vivo meglio!

Ombretta Perfumo

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest